\\ Home Papagnol : Articolo : Stampa
12 SETTEMBRE 1943
Di Francisk (del 12/09/2008 @ 08:21:45, in Storia di Barletta, linkato 1466 volte)
Ancora un attimo
 
Ancora un attimo e quella che chiamammo vita
sarà vento, ricordo, pianto.
 
Siamo qui con le braccia protese a domandar ragione
dei nostri sogni spezzati, del nostro futuro infranto.
 
No, non possono farci scudo queste mani,
non bastano a preservare il nostro domani.
 
Non servono i perché mugolati a chi non capirà,
chi urla ordini in lingua ostile non li ascolterà.
 
Il tempo è fermo come il sangue nelle nostre vene,
segnata è la nostra sorte,
 
è come se trattenessero mille catene
i nostri corpi paralizzati dall’appressarsi della morte.
 
Addio, addio a chi incrociò la sua con la nostra esistenza,
addio a chi verserà lacrime straziate per la nostra cruenta partenza.
 
E’ finita!
Questa vita, ci passa davanti in meno di un secondo,
è finita, non saremo più del mondo.
 
Ancora un attimo e cadremo ammazzati,
qualcuno porterà un fiore sui nostri corpi straziati.
 
Francesco Prascina
 
 
Ai caduti del 12 settembre 1943
 Home page © Copyright 2003 - 2021 Tutti i diritti riservati.
powered by dBlog CMS ® Open Source