Vota per intitolare:

Google
 

dBlog piattaforma CMS Open Source per Blog
\\ Home Papagnol : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Di papagnol (del 30/04/2008 @ 17:47:04, in Barletta nel Cuore, linkato 1446 volte)

e portatela in città, e trattatela bene perchè se lo merita

dai che arriva in città giusto giusto per domenica

chissà che non ci dia una mano e faccia pure una telefonata ai suoi amici Cosma&Damiano

Non mi fate stare in pensiero.... che la Madonna vi accompagni...

"Allassèmm a via vècchie ch' pigghiè la via nòv

ch'accumbagnè a Mariiia dello Sterpètoooo"

ripetiamo insieme:

STRIPPA MARIA, STRIPPA IL MALEDETTO PECCATO

Articolo (p)Link Commenti Commenti (8)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di papagnol (del 29/04/2008 @ 11:43:27, in Impariamo il barlettano, linkato 1261 volte)

"A"

La lettera "a" non viene quasi mai pronunciata quando è una finale (mèmm, chèrt, stràd...) mentre assume un accento grave quando l'inflessione datale è forte (in questo caso si pronuncia A e nello scrivere inseriremo l'accento sulla A per evidenziare l'accento grave)

Es: Farfalla (palàmm o palàmb), ingoiare (gniàtt), matrigna matràij)

Molto spesso invece, nella traduzione dall'italiano al barlettano, la A cambia in "E"

Es: carta (chèrt), mamma (mèmm), esatto (esètt), bilancia (v-lènz)

"E"

La "e" richiede l'uso dell'accento acuto (é) quando assume un suono stretto e chiuso (in italiano)

Es: èrv (erba), féd (fetta), pésch (pesca)

Quando invece in italiano assume un suono largo e aperto, la E barlettana diventa quello strano suono àfono a metà strada tra la "E" e la "O",... insomma la famosa sesta vocale...

per convenzione nostra interna, la scriveremo usando la "à", in realtà si dovrebbe scrivere una "e" con una specie di cappelletto

Es: bene (bbàn), grano gràn), Pasquale (Pasquàl), Pane (pàn), Sinale (s-nàl)

Il classico accento grave (è) è invece usato in tutto gli altri casi ("è" aperta) e anche quando la "è" come voce verbale al passato prossimo, assolve la funzione dell'ausiliare AVERE.

Es: Ha bevuto (è b-vòut), ha mangiato (è mangiàt), ha scritto (è scrìtt)

....ma anche dell'ausiliare ESSERE

Es: è stato (è stàt), è venuto (è v-nòut), è entrato (è trasòut)

E' usata anche "aperta" quando la "è" è a inizio parola.

Es: acqua (ècque), erba (èrv), ernia (èrnij)

"I"

La lettera "i" viene segnata con accento grave (ì) solo quando assume un suono forte, e l'accento cade proprio sulla "i"

Es: culla (navìcul),  rimanere (rumanì), fastidio (fastìdij)

In alcuni casi la "i" si "dittonghizza" in "ei" richiedendo l'accento sulla E

Es: cuscino (cuscèin), dozzina (duzzèin), sì (sèin), taschino (taschèin)

mentre in altre parole che hanno il dittongo "ie" in barlettano si trasforma in "ii" conferendo tonicità alla prima "i"

Es: portiere (purtiir), carriera (carriir), barbiere (varviir)

 "O"

La lettera "O" quando ha il suono dolce, simile al dittongo francese "eu" o alla "oe" tedesca, richiede l'uso della dièresi (i puntini sulla o che col computer non si possono scrivere)... per convenzione papagnola useremo la "ò" accentata

Es: porta (pòrt), cravatta (scòll), cappotto (cappòtt)

quando è presente nel corpo delle parole, spesso in barlettano diventa "a"

Es: folla (fàdd), gomma (gàmm), tombola (tàmb-l), tosse (tàss)

mentre in altre cambia addirittura in "ou" (che insomma... quando diciamo OU siamo proprio noi...) che distingue il plurale dal singolare dello stesso termine (o il maschile dal femminile)

Es: solo (sòul) sola (sòl)... cremone (cr-mòn), cremoni (cr-mòun)... barbone (varvòn), barboni (varvòun)

altre ancora fanno diventare la "o" una "u"con dieresi.

Es: corto (cùrt), polpo (pùlp), pozzo (pùzz), sordo (sùrd)

Infine in alcune parole, la "o" del dittongo "uo" si elimina, lasciando la sola "u" con suono aperto e prolungato

Es: buono (bun), fuoco (fuch), suocero (s-ruch)

"U"

Quando la lettera "u" assume il suono tipico della lingua francese e/o tedesca, in dialetto si pronuncia come la "u" con la dieresa (o, nota papagnola, come la "Ui" del lucco schamato..."Uiiiiiiiii")

Es: fulmine (fùlmn), gusto (gùst), lusso (lùss)

In alcune altre parole, la "u" si trasforma invece in "ou" conferendo la nota tonicità della nostra "ò" (del lucco "Ouuuuu"

Es: lupo (lòup), pertugio (p-rtòus), starnuto (starnòut), cornuto (ch-rnòut)

FINE DELLA LEZIONE

compiti per casa: trovare altre regole da applicare ai suoni vocali ed altri esempi che invece confermano le regole di composizione esposte nella lezione

LISTENING: il listening di oggi è dedicato ai vocaboli, dove si fà molto uso delle vocali, la canzone da ascoltare come esercitazione (ricordando il maggior numero di parole) è: "A Zèit ch'a llìpp" (disponibile su RADIO PAPAGNOL o come testo a questo LINK)

Alla prossima lezione (lezione 2) che sarà dedicata ai suoni "consonanti"

Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di papagnol (del 28/04/2008 @ 09:11:26, in Papagnol & Friends, linkato 1131 volte)

Ricevo e pubblico con immensa gioia questo messaggio da parte del nostro amico MICHELE:

"salve ragazzi!
premettendo che il vostro sito è bellissimo volevo darvi un'informazione che
sconvolgerà tutte le vostre dicerie riguardo a STAI ZITTO (alias ZIGO o ZIKO)...
STAI ZITTO  è vivo e vegeto, sta bene e vive a Trani a villa dragonetti ... io da
febbraio sono dipendente di questa casa di riposo e trovarlo là vivo e vegeto mi ha
dato un vero e proprio senso di gioia...
ne avevano dette tante su di lui:
- morto ustionato a canne
- morto di freddo a ponente dove mettono le giostre
- ecc..
per non dire qnt ne hanno dette su di lui quando era in vita..e i motivi per cui è
arrivato alla follia...io ci ho parlato, è una persona eccezionale, dalla
straordinaria educazione e gentilezza, si chiama michele ed era un falegname...niente poliziotto, niente avvocato, ecc...
Vi saluterò michele da parte di tutti i barlettani...soprattutto i visitatori di
papagnol"

ringrazio Michele per la bella notizia, e saluto con affetto l'altro MICHELE..

Buona settimana

Articolo (p)Link Commenti Commenti (5)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di papagnol (del 23/04/2008 @ 09:04:48, in Barletta nel Cuore, linkato 1303 volte)

 L'attualità politica impone delle scelte, al Nord si sta meglio, silavorasiproducesiguadagnasipretende, per sopravvivere in Padania occorre voltare pagina, io voglio diventare Padano e rinnegare le origini sub-garganiche... ciao (ex)amici barlettani, vi lascio le mie ultime volontà..

Io voglio diventare un verdano avvinazzato, sputare parlando un italiano stentato.

Io, servitore di uno stato dove chi non è come me viene discriminato.

Voglio sbandierare commosso un tricolore senza bianco, né rosso.

Voglio lodare il deputato esaltato, che vuole l’immigrato umiliato e percosso .

Voglio denigrare le prostitute, disinfettando i treni dove sono sedute.

Questione di cute su cui non si discute sono puro come l’aria, tutta salute.

Voglio giurare fedeltà al senatùr, voglio vendicare la mia Pearl Harbour.

Roba da fare rivoltare nella tomba Gaetano Salvemini ed il conte di Cavour.

Allora fate come me: Tutti in Verdania.

Italiani: Tutti in Verdania.

Ottomani: Tutti in Verdania. Venusiani: Tutti in Verdania.

Andini e Atzechi: Tutti in Verdania. Kazachi ed Uzbechi: Tutti in Verdania.

Arditi e Galati: Tutti in Verdania, dove si lavora si guadagna e si magna!

'Imbraccia il fucil, prepara il cannòn, difendi il verdano dai riccioli d'or /

 Espelli il negròn, inforca il terròn / inforca il terròn / inforca il terròn...

avete capito qualchecosa?

NIENTE?? ALLORA CANTIAMO TUTTI INSIEME

RADIO PAPAGNOL PER VOI TERRONI...

Anche se sono del Gargano sogno di diventare verdano, mamma, asciugati le lacrime porto le mie natiche in fabbriche che non abbiamo. Mollami la mano, dico, mollami la mano, che da quando sono nato bramo lo stato verdano, no, non amo ciò che è sotto il mio meridiano, da piccolo odiavo l’inquilino del primo piano. Sul banco tracciavo linee di confine, di Raykard e Gullit niente figurine, bambini e bambine in cortile, io verde di bile col Monopoli mettevo in prigione le mie pedine. Bene, sto bene nel mio ruolo, volo, non sono solo, siamo uno stuolo. La Verdania chiama “All’armi!”, mi arruolo, con la mia divisa cetriolo io:

VOGLIO UNA VERDANIA SECESSIONISTA, CON UNA BANDIERA SECESSIONISTA / UNA FIDANZATA SECESSIONISTA CON CUI FARE L’AMORE SECESSIONISTA / UN APPARTEMENTO SECESSIONISTA CON ARREDAMENTO SECESSIONISTA / RACCOLTA DI RIFIUTI SECESSIONISTA, MA CHE COSA STA SECCEDENDO?

‘Noi marcerem verso Roma ladrona perché chi va a Roma prende la poltrona.’

All’inizio quel tizio che s’attizza al comizio pare un alcolista alla festa di San Patrizio, parla da un orifizio sporco di pregiudizio, pubblico in prestito dal museo egizio. Ora capisco quanto aveva ragione, ora che sono soldato di stato senza meridione, ora che è finita la carta del cesso, ma fa lo stesso, tanto ci ho messo la costituzione. Ora che la mia ambizione è fare la pulizia, primaverile o etnica che sia, la farò, il manico ce l’ho duro perciò scoperò dove si può per il potere dell’ampolla nel Po. Il popolo verdano smania per la separazione dall’Italia che dilania. E se cade il muro in Germania chi se ne frega io lo innalzo in Verdania dato che…

VOGLIO UNA VERDANIA SECESSIONISTA, CON UN QUOTIDIANO SECESSIONISTA / UN TELEGIORNALE CON UN GIORNALISTA SECESSIONISTA / UNA PASSERELLA SECESSIONISTA CON UNA MODELLA SECESSIONISTA / SOGNO DI QUALUNQUE SECESSIONISTA, MA CHE COSA STA SECCEDENDO

‘Conquisteremo la Rai lottizzata per sistemare i nostri direttori di testata.’

Io voglio diventare un verdano avvinazzato, sputare parlando un italiano stentato. Io, servitore di uno stato dove chi non è come me viene discriminato. Voglio sbandierare commosso un tricolore senza bianco, né rosso. Voglio lodare il deputato esaltato, che vuole l’immigrato umiliato e percosso . Voglio denigrare le prostitute, disinfettando i treni dove sono sedute. Questione di cute su cui non si discute sono puro come l’aria, tutta salute. Voglio giurare fedeltà al senatùr, voglio vendicare la mia Pearl Harbour. Roba da fare rivoltare nella tomba Gaetano Salvemini ed il conte di Cavour. Allora fate come me: Tutti in Verdania. Italiani: Tutti in Verdania. Ottomani: Tutti in Verdania. Venusiani: Tutti in Verdania. Andini e Atzechi: Tutti in Verdania. Kazachi ed Uzbechi: Tutti in Verdania. Arditi e Galati: Tutti in Verdania, dove si lavora si guadagna e si magna!

VOGLIO UNA VERDANIA SECESSIONISTA, CON UNA BANDIERA SECESSIONISTA / UNA FIDANZATA SECESSIONISTA CON CUI FARE L’AMORE SECESSIONISTA / UN APPARTEMENTO SECESSIONISTA CON ARREDAMENTO SECESSIONISTA / RACCOLTA DI RIFIUTI SECESSIONISTA, MA CHE COSA STA SECCEDENDO?

'Imbraccia il fucil, prepara il cannòn, difendi il verdano dai riccioli d'or / Espelli il negròn, inforca il terròn / inforca il terròn / inforca il terròn / inforca il ...

P.S. è scì ngòul 'o senatùrr!!! Ziamè!! (Papagnol the original)

Articolo (p)Link Commenti Commenti (7)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Di papagnol (del 22/04/2008 @ 09:23:08, in Impariamo il barlettano, linkato 1236 volte)

Buongiorno a tutti, da oggi iniziamo il corso di lingua barlettana dedicato a quelli che hanno ancora qualche dubbio sulla pronuncia, sulla coniugazione e sulle regole di traduzione dall'italiano al barlettano.

Con l'aiuto del libro del Prof Digaeta ("Elementi di grammatica del dialetto barlettano") proviamo a fare luce sulla grammatica nostrana, provando a trovare un metodo per poter imparare il nostro dialetto. La parte bella sarà appunto quella di capire se esiste un "METODO" per insegnare il barlettano

Ovviamente non c'è miglior metodo se non esercitarsi e parlare, ma questo vale per tutte le lingue, come per il mediatore (per il quale non serve conoscere le regole, bisogna saper giocare... e avèst!"

Ovviamente mi avvarrò della collaborazione dei maestri Francìsk, Tatòre, Manu e MbaMichele che (come tutti voi) potranno contribuire ad arricchire tutte le lezioni con altri elementi, esempi e regole...

PROVIAMOCI

LEZIONE "ZERO": alcune considerazioni di storia

 Barletta ha sempre avuto 3 forme dialettali: quella del rione marinaro, quella del centro e quella del rione contadino.

Con il trascorrere degli anni in realtà le forme dei due rioni periferici si sono fuse perchè le differenze erano minime, soprattutto nella modulazione dei suoni. Quindi si può dire che fino a qualche decennio fà le forme dialettale erano due (centro e periferia), che si sono poi a loro volta piano piano fuse fino a diventare il dialetto barlettano che parliamo oggi tutti, salvo qualche eccezione nel borgo marinaro o contadino dove occasionalmente si possono sentire termini e suoni a noi strani

Un esempio su tutti è l'annosa questione del nome dialettale di BARLETTA, che i contadini e i marinai continuano ancora a chiamare Varrètt mentre ormai tutti diciamo Barlètt che era la forma dialettale del CENTRO.

ALTRI ESEMPI ESPLICATIVI? Eccoli:

  CENTRO PERIFERIA
La pompa 'a pòmb 'a pàmb
La botta 'à bbòtt 'a bbàtt
La botte 'à vòtt  'à vàtt
La corsa 'a còrs 'à càrs
sotto sòtt sàtt
diciotto d'ciòtt d'ciàtt
 la macchina 'à màch-n 'a mèch-n 
 la bilancia 'à v'lànz  'à v'lènz 
 la mamma 'a màmm  'a mèmm 
 sta (da stare) stà  stè 
 la paglia 'a pàgghij  'a pègghij 
 aspettare asp-ttà  asp-ttè 
 papà tatà  tatè 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come si vede il vecchio dialetto del centro somiglia un pò al salinaro o al tranese, invece i suoni a noi più familiari provengono sicuramente dalle forma dialettali periferiche.

Il compito per casa di oggi è cercare, ovviamente, altri esempi di differenza tra le forme dialettali del centro e della periferia

La canzone di oggi per l'esercitazione di "LISTENING" è Sòp a SantaMarèij che parla del rione marinaro di un tempo non tanto lontano:

Sòp a Santa Marèj, u ppàn s pòrt 'ò furnàr

Sòp a Santa Marèj, l'addòr l'addòr d'ù màr

Sòp a Santa Marèì, Marèi spènn i pènn 'ò balcòn, chènd na vecchià canzòn

Na ghètt dòrm 'ò candòn, cuss iè u paièis d'Arè

Articolo (p)Link Commenti Commenti (7)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5


Titolo
A fotografei (1)
Barletta nel Cuore (36)
BARLETTA NEL MONDO (7)
Comunicazioni (7)
Dalla nostra inviata a Barletta (4)
Gino Pastore (4)
Impariamo il barlettano (26)
INIZIATIVE by Papagnol.com (18)
Io Sono Barlettano (47)
L'angolo della fotografia (3)
Papagnol & Friends (43)
Saggezza Barlettana (13)
Storia di Barletta (4)
UNO A ZERO "PALLA AL CENTRO" (2)

Catalogati per mese:
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018

Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
I like you post. Very wel...
15/12/2018 @ 11:52:25
Di Alexa
I like you post. Very wel...
15/12/2018 @ 11:51:05
Di alexa
Truly nice post I like th...
08/12/2018 @ 09:02:42
Di justin hales
All of the above mentione...
12/10/2018 @ 12:01:47
Di Sophie
Check Link[URL=http://www...
21/09/2018 @ 13:49:25
Di Rkman Tiwari

Titolo
[ FIRMA ANCHE TU ]

 


la tua foto UNOaZERO sul Blog

L'album di PJ-Stefano

PAPAGNOL è anche su MYSPACE


Cerca per parola chiave
 

< dicembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           


Ci sono 481 persone collegate

Titolo
Nessun sondaggio disponibile.


19/12/2018 @ 02:29:34
script eseguito in 99 ms



Layout design by eStrix
distributed by:
pinkpowder : templates